Piccolo giardino


L’area verde è costituita da due fasce lunghe e strette separate dal camminamento. Il giardino presenta una superficie verde di soli 60 m2 e la sua geometria non permette di inserire spazi per sedute, aree relax, pranzo o altro.
D’accordo con il cliente si è cercato quindi di creare un giardino estetico e ornamentale, ben curato nelle forme e nei volumi.
L’idea di fondo riprende un principio del giardino giapponese (Karesansui) riadattato secondo necessità. Si è voluto rappresentare e miniaturizzare un paesaggio naturale, in particolare un corso d’acqua che nascendo come torrente dalle montagne, compie il suo corso con anse e meandri fino a sfociare nel mare. In questo modo si crea del movimento nel giardino e si crea una continuità tra le due fasce verdi unendole in una unica di maggiori dimensioni.
Le rocce usate sono di pietra di Sarone, mentre la serpentina è stata realizzata con ciottoli bianchi in marmo di Carrara per far risaltare il colore bianco su quello verde del tappeto erboso. Sono state create un’aiuola “isolotto” per la piantumazione di fiori annuali e un’area per piante aromatiche.



Google+